Le tecniche decorative non avranno più segreti: il decoupage, lo stencil e il cracklè.

Le principali tecniche decorative

Per avere un'idea generale del lavoro da fare basta semplicemente guardarsi atttorno, e capire se si è soddisfatti dell'aspetto della casa, oppure si sente la necessità di un tocco personale o di qualche particolare innovativo.

Le possibilità sono davvero infinite: basta conoscere le modalità adatte e lasciar sprigionare tutta la vostra creatività e prendere padronanza con alcune tecniche.

Il découpage, nato dall'usanza di alcuni contadini cinesi di impreziosire scatole e lanterne con piccole strisce di cartoncini colorati, prevede l'utilizzo di apposite carte da cui si ritagliano i soggetti prescelti, che vengono poi incollati su varie superfici a scopo decorativo.

Lo stencil invece necessita l'utilizzo di mascherine di acetato traforate, che vengono fatte aderire ai vari supporti da decorare con uno speciale collante, procedendo poi alla colorazione del disegno con appositi pennelli.

Il cracklé infine, il cui nome deriva dal francese craque (crepa), conferisce agli oggetti un aspetto antico e caratterizzato da affascinanti screpolature: per ottenere questo effetto, si utilizzano prodotti appositi disponibili in kit che, attraverso una reazione chimica, determinano la formazione delle crepe.